Il Consorzio Vini IGT Valcamonica tutela la produzione vitivinicola operando principalmente in tre macro aree:

  • da Sellero a Breno comprendendo i comuni del territorio inserito nei conoidi della Concarena (Capo di Ponte, Ono San Pietro, Cerveno, Losine) e le superfici vitate dei comuni di Ceto, Niardo e Braone; per un totale di Ha 59.41
  • la zona della Val Grigna con le superfici vitate nei comuni di Bienno, Berzo Inferiore, Esine, Cividate Camuno, Malegno; per un totale di Ha 56.00
  • i caratteristici terrazzamenti della zona del Lanzato nei comuni di Piancogno e di Darfo Boario Terme (Gorzone, Erbanno, Angone), nei comuni di Angolo Terme, Gianico ed Artogne; per un totale di Ha 26.80

Grazie alla volontà dei viticoltori della Valle, all’importantissimo sostegno della Comunità Montana di Vallecamonica e della Provincia di Brescia e al fondamentale coordinamento del Centro Vitivinicolo Provinciale, si è assistito in pochi anni, ad un effettivo recupero della viticoltura in Vallecamonica. Basti pensare che solo nel 1998 il vino prodotto veniva sostanzialmente destinato all’autoconsumo, nel 2007 sono sette le cantine che producono vino in bottiglia destinato alla commercializzazione, ed una di queste cantine è una cooperativa vitivinicola con 22 soci produttori. 
L'estirpo dei vigneti si è completamente arrestato ed anzi sono sempre più i casi di viticoltori camuni che acquistano diritti di reimpianto generati all’esterno dalla Vallecamonica. 
Numerosi terrazzamenti sono stati recuperati attraverso la ricostruzione dei muretti a secco di sostegno, strade agricole ormai abbandonate sono ritornate ad essere transitate dai trattori. Il risultato è, oltre agli indubbi benefici nella prevenzione di dissesti idrogeologici, un lento cambiamento del paesaggio della media e bassa Valcamonica col recupero dei valori autentici del vino: lavoro, territorio, originalità, biodiversità e tradizione, di cui i vigneti di montagna sono una delle più alte e nobili espressioni, diventando straordinari monumenti al lavoro dell’uomo.
Con decreto del 2 ottobre 2003 (GU n. 239 del 14.10.2003) è stata riconosciuta l’Indicazione Geografica Tipica dei vini di Vallecamonica con approvazione del relativo disciplinare di produzione.
Nel dicembre 2004 veniva costituito, presso lo studio notarile Serioli in Breno (rep. 5511 racc. 493) il Consorzio Volontario per la tutela del vino ad Indicazione Geografica Tipica della Vallecamonica.
Il Consorzio è un’associazione interprofessionale di categoria senza scopo di lucro, per la tutela, valorizzazione e cura generale degli interessi relativi alle denominazioni di origine dei relativi vini, costituito a norma del D.M. 4 giugno 1997 n. 456.
Il Consorzio ha sede in Brescia, viale Bornata 110, presso l’Ente Vini Bresciani.

Nel mercato mondiale del vino, così aggressivo, invaso da paesi stranieri ove le regole spesso sono aleatorie e quindi la produzione ingiustamente avvantaggiata e competitiva, non può esservi altro posto che quello riservato alla qualità, alla tradizione, alla tipicità, alla salvaguardia della viticoltura nel rispetto profondo dell’ambiente e del paesaggio.

TIPOLOGIE AMMESSE DAL DISCIPLINARE:

Voce

Descrizione

VALCAMONICA ROSSO

Vitigni

Marzemino e Merlot (min. 60%)

Descrizione del vino

colore rosso rubino con leggere sfumature granate, al naso sentori di frutta matura e di sottobosco; in bocca intenso con buona struttura e persistenza

T° di Consumo

16° - 18°

Abbinamento

Indicato soprattutto per primi piatti e carni rosse

VALCAMONICA MARZEMINO

Vitigni

Marzemino (min. 85%)

Descrizione del vino

di colore rosso rubino di media intensità con sfumature granata, al naso presenta sentori di frutta matura, di sottobosco e violetta; in bocca tannini rotondi, buona struttura e persistenza

T° di Consumo

18° - 20°

Abbinamento

Ottimo con i primi piatti, carni rosse, cacciagione,  formaggi a pasta dura

VALCAMONICA MERLOT

Vitigni

Marzemino (min. 85%)

Descrizione del vino

di color rosso porpora intenso; al naso nette sensazioni di ciliegia e frutti di bosco, sono presenti sfumature di spezie e vaniglia legate all'invecchiamento. In bocca si presenta con grande struttura, tannini molto fini e lunga persistenza.

T° di Consumo

18° - 20°

Abbinamento

Ottimo con le carni rosse, cacciagione e formaggi a pasta dura

VALCAMONICA BIANCO

Vitigni

Riesling  Renano, Incrocio Manzoni e Muller Thurgau (min. 60%)

Descrizione del vino

color giallo pagierino con riflessi verdognoli, profumo intenso, netto, aromatico, leggermente fruttato; gusto sottile, secco e nervoso, sollecitato dall'acidità che ne stimola la persistenza

T° di Consumo

10° - 12°

Abbinamento

Indicato come aperitivo, insalate, pesce e formaggi freschi

VALCAMONICA PASSITO

Vitigni

Riesling  Renano, Incrocio Manzoni e Muller Thurgau (min. 60%)

T° di Consumo

10° - 12°

Abbinamento

Formaggi stagionati, dolci della tradizione camuna

 

SCARICA IL DISCIPLINARE

 

Consorzio Valcamonica Igt - Viale della Bornata, 110 - 25123 Brescia
Tel: 030 364755 - Fax: 030 364775 - E-mail: ufficio@entevinibresciani.it
Presidente: Mario Chiappini - Direttore: Sergio Bonomelli